Egypt Uncovered: Belzoni and the Tomb of Pharaoh Seti I

Sir John Soane's Museum, Londra

Published on:

In occasione del 200 ° anniversario della scoperta della tomba del Faraone Seti I, eseguita dall'archeologo Giovanni Battista Belzoni (1778-1823), il Museo di John Soane presenta una mostra che racconta la storia di questo prezioso oggetto.

Conosciuto come "il grande Belzoni", Giovanni Battista Belzoni fu uno degli esploratori più famosi e pioniere della sua epoca, e svolse un ruolo cruciale nello sviluppo del' egitologia "egittologia" come disciplina scientifica.

 Ex "uomo forte" in un circo situato a Londra, nel 1815 ottiene il ruolo di ingegnere in Egitto, dove è incaruca di togliere le grandi e pesante antichità.

Tra queste antichità, il busto del faraone Ramesse II, del peso di sette tonnellate, fu portato via da a Luxor nel tempio del re ed è ora esposto al British Museum.

Il 17 ottobre 1817, Belzoni fece la sua più maestosa scoperta di tutti. Trovò la tomba del padre di Ramesse II: Seti I, che comprendeva dieci stanze dipinte con colori vivaci e decorate con migliaia di geroglifici, così come il sarcofago in alabastro bianco riccamente scolpito. Il sarcofago fu Il sarcofago fu portato via da Belzoni e finalmente acquistato da John Soane nel 1824, che lo mise avanti nella sala del sepolcro nel cuore del museo.

 

Prestato in questa mostra dal Museum of Classical Art di Mougins:

 

Un fregio alle pareti di Seti che indossa una parrucca e il sacro ureo

Giovanni Battista Belzoni con Alessandro Ricci

1817-1820

MMoCA9MA